News Consigli del doc I nostri successi

Creme solari

L’estate è la stagione per antonomasia in cui si sta maggiormente all’aria aperta , si fanno lunghe passeggiate e, chi può, si concede un po’ di vacanza al mare o in montagna. Come noi persone ci difendiamo dall’irragiamento solare, anche i nostri amati animali adottano una serie di meccanismi fisiologici per difendersi dal sole.I cani e gatti hanno una folta copertura pilifera che li protegge,  ma zone dove il pelo è più  diradato, come i padiglioni auricolari, le zone delle tempie , l’area ascellare e inguinale, per azione dei raggi solari tendono prima ad arrossarsi e poi a scurirsi. Non è altro che l’abbronzatura delle zone esposte, con una colorazione scuro intensa che tende quasi al nero. La cosa risulta più evidente in cani e gatti con pelo chiaro o bianco, dove la pelle ha scarse capacità protettive; in questi animali ( come negli umani a pelle chiara….) il rischio di sviluppare dermatiti solari, eritemi attinici e nei casi più gravi tumori quali il carcinoma squamo cellulare è quasi 10 volte maggiore che in altre tipologie di animali. Valgono pertanto gli stessi consigli che si danno per gli umani: non esporre gli animali al sole nelle ore più calde della giornata e, nei soggetti predisposti,  applicare creme solari ad alto spettro ( in commercio esistono creme per uso veterinario con sp 15!!!)  su orecchie , tempie e canna nasale. La crema deve essere riapplicata spesso e ogni qualvolta l’animale faccia il bagno. Solamente con la prevenzione riusciamo a contenere i rischi talvolta gravi che il sole può causare. Se il vostro Pet dovesse sviluppare perdita di pelo, arrossamento , desquamazione e piccole croste nere sulle zone precedentemente menzionate non perdete  tempo….. È il caso che il veterinario dermatologo lo veda.